Archivi tag: Australia

A girl’s own story (1984) Jane Campion

A girl's own story

Il film, immerso nella beatlesmania degli anni ’60, è la descrizione stilizzata dell’adolescenza femminile, quel periodo particolare in cui la perversione è innocente, la famiglia sembra totalmente irreale e l’età adulta è vissuta come frattura. (da torinofilmfest.org)
Quarto cortometraggio giovanile di Jane Campion. Continua a leggere

Passionless moments (1983) Jane Campion, Gerard Lee

Passionless moments

Diversi personaggi vengono ritratti mentre, in un momento di solitudine, si lasciano trascinare dai ricordi, dalle fantasie, dai pensieri, dai sogni ad occhi aperti. (da filmtv.it)
“Ho realizzato questo cortometraggio con un amico, Gerard Lee. Volevamo cogliere e mettere in risalto l’insignificante, il banale e l’ordinario della vita quotidiana. ‘Ciò che ci circonda è fatto di un milione di istanti, e ciascuno possiede una fragile presenza che si dilegua non appena si manifesta’. Il film esplora questi pensieri e queste esperienze private e nel contempo universali documentando un aspetto curiosamente trascurato della condizione umana, conosciuto dagli psicologi come ‘passionless moments’.” (Jane Campion)
Secondo cortometraggio giovanile della regista australiana Jane Campion. Continua a leggere

Walkabout (1971) Nicolas Roeg

Walkabout

In Australia quando un aborigeno compie 16 anni viene mandato nel deserto; per mesi dovrà sopravvivere da solo, mangiare i frutti e la selvaggina del deserto, anche se questo significa uccidere i suoi amici animali. Questo è il Walkabout.
Dopo la morte del padre nel deserto australiano una ragazzina e il fratellino di famiglia moderna e benestante sono costretti ad intraprendere da soli un difficile percorso nell’outback australiano; una sorta di walkabout metaforico (ma anche reale), come un’iniziazione che porta fuori dalla “civiltà” a scoprire il viscerale fascino della convivenza con una natura dura ma stupenda e disposta ad offrire l’essenziale per la sopravvivenza. Torneranno nella “civiltà” con una consapevolezza diversa. Continua a leggere

An exercise in discipline – Peel (1982) Jane Campion

An exercise in discipline - Peel

Il piccolo Ben sta percorrendo in auto, insieme a suo padre e sua zia, un tratto di strada di campagna. Quando, dopo aver sbucciato un’arancia, getta la scorza dal finestrino, viene duramente rimproverato dall’uomo, che gli intima di scendere a raccogliere i pezzi. La donna interviene allora in difesa del nipote, e la pace familiare viene così irrimediabilmente infranta. (da filmtv.it)
Palma d’Oro per il miglior cortometraggio al Festival di Cannes 1986. Continua a leggere

The lost thing (2010) Andrew Ruhemann, Shaun Tan

The lost thing

Questo cortometraggio di quindici minuti è tratto dall’omonimo libro, scritto e illustrato nel 2000 dallo stesso Shaun Tan. La trama è semplice ma toccante, la resa è attenta ai dettagli, con un uso dei colori intelligente che veicola in modo perfetto lo stato d’animo che si vuole suggerire allo spettatore.
Il mondo indifferente e fuori dal tempo in cui si svolge la vicenda è immerso in un’atmosfera vagamente opprimente, che contrasta con i bei colori pastello della terra delle cose perdute.
Ammirevole l’inventiva di Tan, capace di creare strani oggetti animati di ogni forma, colore e dimensione, ma tutti ugualmente espressivi grazie all’uso di una gestualità universalmente comprensibile.
Oscar come miglior cortometraggio animato 2010. (http://nihonexpress.blogspot.it) Continua a leggere

Control (2007) Anton Corbijn

Control

Control: un film sulla disturbata vita di Ian Curtis, fondatore del gruppo Joy Division che ha dato vita al dark-punk negli anni ’70 in Gran Bretagna.
Il film è stato presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes il 17 maggio 2007, riscuotendo grande successo e critica. Inizialmente scartato per la Palma d’Oro, ma successivamente ha vinto il “premio dell’arte & di Essai di CICAE” di Regards Jeunes, inoltre il film ha ricevuto il premio come miglior film europeo e come miglior film del sidebar. Continua a leggere

A jihad for love (2007) Parvez Sharma

A jihad for love

Cinque anni e mezzo di lavorazione, 12 paesi, 9 lingue: sono le cifre di A Jihad for Love, documentario dell’indiano Parvez Sharma, sezione Panorama. Manca la cifra più importante, quella che nessuno conosce: quanti sono gli omosessuali nei paesi islamici? (Alberto Crespi) Continua a leggere

Ward 13 (2003) Peter Cornwell

Divertente corto d’animazione australiano in stop motion vincitore di una decina di premi internazionali. Continua a leggere

Harvie Krumpet (2003) Adam Elliot

E’ il racconto autobiografico di un uomo qualunque. Sua eterna inseparabile compagna, una continua e irriducibile sfortuna. Si tratta di un singolare personaggio che ha la consistenza della plastilina e che in 22 minuti racconterà una travagliata paradossale esistenza. Continua a leggere

The Mysterious Geographic Explorations of Jasper Morello (2005) Anthony Lucas

Corto australiano realizzato con la tecnica dello stop motion. Narra l’avventura dell’esploratore Jasper Morello alle prese con navi volanti, marinai dei cieli e mostrazzi. Continua a leggere