Archivi tag: Canada

À tout prendre (1963) Claude Jutra

Un giovane intellettuale di nome Claude incontra ad un cocktail una mannequin negra di nome Joanne. I due si amano, sono lì lì per sposarsi, poi si scopre che la sola ad amare è Joanne mentre Claude non è che infatuato. Infatti: Joanne rivela a Claude di essere incinta. Dopo qualche esitazione, Claude la pianta, limitandosi a inviarle i duecento dollari che ci vogliono per abortire. Joanne piange: Claude è invece felice di essersi liberato, sia pure a prezzo di alcune pesanti viltà. (…) Continua a leggere

The selfish giant (1971) Peter Sander

The selfish giant

Tratto da uno dei racconti per l’infanzia di Oscar Wilde, questo corto d’animazione narra la storia di un giardino circondato da un castello abitato da un gigante. Mentre il gigante è assente perché è andato a trovare il suo amico orco in Cornovaglia, i bambini giocano nel giardino. Ma quando egli ritorna, li caccia via e costruisce un alto muro per tenere alla larga gli intrusi…
Orso d’Argento al Festival di Berlino 1972. Continua a leggere

Ryan (2004) Chris Landreth

Ryan

Il corto d’animazione documentario è una vera intervista del regista, Chris Landreth, presente sottoforma di cartone, che intervista uno dei suoi più grandi miti, Ryan Larkin, un famoso animatore di cartoni, che dopo un enorme successo e il conseguente crollo, a causa della cocaina e dell’alcol ora vive per strada come un barbone. Vincitore Oscar all’animazione nel 2005. (www.cinema.we-news.com)
Continua a leggere

Mon oncle Antoine (1971) Claude Jutra

Mon oncle Antoine

Il suggestivo film di Claude Jutra ritrae la crescita di un ragazzo nel Quebec rurale degli anni ’40, ed è stato spesso citato da critici e accademici come il miglior film canadese di tutti i tempi. Delicato, naturalistico e con un velo di nostalgia mista ai timori di un’infanzia ormai al tramonto, Mon Oncle Antoine segue le vicende quotidiane del giovane Benoit, attraverso le sue prime traumatiche esperienze con il sesso e la morte, e dei suoi compaesani, succubi del padrone della miniera di amianto che dà lavoro all’intero villaggio.
Continua a leggere

Le temps perdu (1964) Michel Brault

Le temps perdu

E’ inverno, nevica. Céline, una ragazza di 15 anni, ricorda l’ultima settimana delle vacanze estive 1963 trascorse sulle rive di un lago con le amiche Nicole e Louise. Un periodo della loro vita che aveva segnato il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, durante il quale avevano discusso di amore, matrimonio, verginità, religione, tra una passeggiata nel bosco e la lettera anonima di un ammiratore.
Questo delicato cortometraggio in stile “cinema verità” avrebbe dovuto rappresentare il Canada nel film a episodi “Le adolescenti”, ma fu scartato per la difficoltà nella traduzione dei dialoghi in presa diretta, per il formato 16 mm, per la mancanza di una drammatizzazione e per l’assenza di attori professionisti noti al pubblico. Perciò, in sostituzione, il regista Michel Brault girò Geneviève. Continua a leggere

Inon (1971) Frédéric Back

Inon

Secondo film d’animazione di Frédéric Back. Il regista riprende il tema universale della guerra del fuoco. In questo breve film ispirato da una leggenda Algonquin, il fuoco viene tenuto nascosto al genere umano da Inon, il Dio del Tuono. La vicenda è ambientata in un’epoca ancestrale in cui esseri umani e animali comprendevano i reciproci linguaggi e vivevano in armonia con la natura. Continua a leggere

Le fleuve aux grandes eaux (1993) Frédéric Back

Le fleuve aux grandes eaux

La storia del fiume San Lorenzo (chiamato Magtogoek dai nativi), dalla preistoria ad un futuro che si vorrebbe recuperasse il senso vitale del rispetto della natura.
“Più l’umanità diventa forte, più distrugge. Mi sono ribellato a questa attitudine devastatrice. Avete mai pensato al tempo, al lavoro, al miracolo che è necessario per creare una vita? E’ un capolavoro d’ingegnosità per la forma, la differenza, l’adattamento, l’evoluzione che persiste dopo milioni di anni. E noi, noi siamo in procinto di distruggere tutto ciò per amore del petrolio, amore della potenza, culto di prodotti chimici dei quali non conosciamo affatto i poteri distruttivi e che ci si ostina a fabbricare per denaro. Siamo cinque miliardi di esseri umani, cioè dieci miliardi di mani. Abbiamo bisogno di essere positivi verso la vita, il mondo: quanto basta per innescare un meccanismo che sollevi le masse di questi dieci miliardi di mani e la felicità che esse contengono”. (Frédéric Back) Continua a leggere

Steak (2007) Quentin Dupieux

Steak

Quando Blaise (Eric Judor) viene dimesso, dopo 7 anni, dall’ ospedale psichiatrico in cui è stato recluso per un crimine che non ha commesso, entra in un mondo futuristico, sci-fi, dove giovani uomini si sottopongono a chirurgia cosmetica per sentirsi migliori. I modi di vestire e di parlare sono completamente cambiati e Blaise ha difficoltà ad ambientarsi in questa nuova “cultura”. Il suo vecchio amico Georges (Ramzy Bedia) è entrato a far parte di un gruppo di ragazzi pieni di soldi che si fanno iniezioni di Botox, beveno latte, e viaggiano su enormi fuoristrada. Blaise cerca disperatamente di entrare nel gruppo, anche se questo significa doversi procurare i soldi  per un lifting facciale e una nuova macchina.
Il secondo film di Quentin Dupieux, meglio conosciuto come Mr. Oizo (quello del pupazzo giallo che muove la testa a ritmo di musica nel celebre spot della Levi’s, per intenderci) è un film davvero inutile. Ma questa sua inutilità nasconde un “non so che” di interessante. Forse è lo stile accattivante e nonsense che ha sempre contraddistinto Mr.Oizo, o forse proprio il vuoto del mondo che descrive in questo film. Un mondo non troppo diverso da quello in cui viviamo. Continua a leggere

Jesus Christ Vampire Hunter (2001) Lee Demarbre

Titolo originale: Jesus Christ Vampire Hunter
Titolo italiano:
Regia: Lee Demarbre
Nazione: Canada
Anno: 2001
Cast:
IMDB: http://www.imdb.it/title/tt0311361/

Scarica i sottotitoli da qui

Tideland (2005) Terry Gilliam

Tideland è un Macabro, Oscuro film surreale su una ragazza abbandonata di nome Jeliza-Rose (interpretata da Jodelle Ferland).
La storia è incentrata sulle avventure solitarie di Jeliza in una zona rurale del Texsas e più precisamente in una fatiscente fattoria chiamata What Rocks.
Tideland è un film scritto e diretto da Terry Gilliam (L’esercito delle 12 scimmie, Brazil) adattamento del libro scritto da Mitch Cullin. Il film è stato girato a Regina, nello Saskatchewan nel corso dell’estate e dell’autunno del 2004. Dopo lo scarso interesse da parte dei produttori americani a causa dei contenuti della pellicola, la casa distributrice ThinkFilm ha portato il film nelle sale americane nell’ottobre del 2006. Continua a leggere