Archivi tag: Francia

Les deux timides (1928) René Clair

Sono timidi Thibaudier, proprietario terriero di provincia, e il giovane avvocato Frémissin che non trova il coraggio di chiedere la mano di sua figlia Cécile che pur gli corrisponde. Ha per rivale astioso e prepotente Garadoux, da lui anni prima disastrosamente difeso in un processo per maltrattamenti alla moglie, che con l’inganno strappa a Thibaudier una promessa di fidanzamento con Cécile. (Da filmscoop.it) Continua a leggere

Le bled (1929) Jean Renoir

Pierre Hoffer viaggia su una nave che lo conduce in Algeria dove, essendosi rovinato finanziariamente, spera di ottenere un prestito di denaro dallo zio Christian, che si è arricchito vivendo e lavorando nella colonia. Sulla nave conosce Claudie Duvernet, un’affascinante ragazza che si sta recando anch’essa ad Algeri per ricevere un’eredità, una grande tenuta nel sud della colonia, lasciatale da uno zio deceduto… (da Wikipedia)
Ultimo film muto di Jean Renoir, prodotto per commemorare il centenario della presenza francese in Algeria. Continua a leggere

Rue cases nègres (1983) Euzhan Palcy

José è un ragazzino orfano che vive con la nonna M’man Tine in una zona rurale della Martinica nel 1930, in Via delle Capanne Negre. Molte delle persone che lo circondano, tra cui la nonna, lavorano nei campi di canna da zucchero dove sono sfruttati e spesso maltrattati dal capo bianco. José attribuisce affetti e valori di figura paterna ad un uomo anziano di nome Médouze che gli racconta storie dell’Africa e riflessioni profonde sulla vita e la natura. Continua a leggere

Djomeh (2000) Hassan Yektapanah

Djomeh è un afghano che finisce a lavorare nella sperduta campagna iraniana dopo avere subito una cocente delusione amorosa. Il ragazzo lavora sodo, munge vacche e trasporta latte, accompagnando il suo padrone, ogni mattina, nel paese vicino. Lì i bambini tirano pietre ai forestieri e gli abitanti cercano di sfuggire, con la massima dignità possibile, l’estrema povertà.
La ragion d’essere dell’opera prima di Hassan Yektapanah (già assistente di Kiarostami) è nel riuscire a coniugare, con una semplicità assai rielaborata, forma e contenuto. Anzi: il “messaggio” si trasfigura nella sobrietà dello stile, verrebbe da dire: nella sua purezza. Continua a leggere

La dixième symphonie (1918) Abel Gance

Enric Damor (Sévérin-Mars) è un compositore che sa ben poco del passato della sua nuova moglie. Dopo aver scoperto dei segreti che hanno a che fare anche con sua figlia Claire (Elizabeth Nizan), scriverà una partitura musicale per esprimere il suo dolore, che verrà considerata un capolavoro. Continua a leggere

Drame passionnel (1906) Albert Capellani

L’incontro in un parco tra un uomo e una donna, mentre lei nel laghetto dà del cibo alle anatre, una passeggiata, una gita in barca nel laghetto e subito scocca la scintilla dell’amore. Un salto di quattro anni e li ritroviamo con una figlia e con il protagonista indolente alle amorose attenzioni della moglie. Una lettera d’addio verrà presto recapitata alla moglie e lui si tufferà in una nuova avventura dettata dall’interesse. Urgono i preparativi per il nuovo matrimonio, ma la moglie abbandonata non si rassegna e si presenta in chiesa il giorno delle nozze, estrae una pistola e… Continua a leggere

Aladin ou la lampe merveilleuse (1906) Albert Capellani

Usando i poteri di una lampada magica, Aladino conquista la ricchezza e l’amore della bella principessa. Dovrà però confrontarsi con un malvagio mago che riesce a sottrargli la lampada. Aladino deve, a questo punto, riprendersi il magico oggetto altrimenti perderà tutto. (Da Wikipedia) Continua a leggere

Cendrillon (1907) Albert Capellani

In questa féerie di Capellani del 1907 si mescolano i canonici elementi del genere, come i numeri di danza, con gli effetti speciali del cinema: il muro di una cucina si apre e Cenerentola vede la ricerca della proprietaria della scarpetta perduta. (Dal sito della Cineteca di Bologna) Continua a leggere

L’intrigante (1911) Albert Capellani

Rinchiusa in un ripostiglio che serve da camera oscura, una bimba guarda attraverso una fessura la futura matrigna con un uomo; fotografa la scena. Nella camera oscura prende forma la prova della piccola detective. (Dal sito della Cineteca di Bologna) Continua a leggere

Guernica (1950) Alain Resnais, Robert Hessens

13 minuti per ripercorrere il bombardamento di Guernica, in Spagna, da parte dei nazisti il 26 aprile 1937; la macchina da presa si sofferma su alcune opere che Picasso realizzò fra il 1902 e il 1949, in particolare analizzando nei dettagli il famoso dipinto intitolato proprio Guernica. (da filmtv.it) Continua a leggere