Archivi tag: Frédéric Back

Inon (1971) Frédéric Back

Inon

Secondo film d’animazione di Frédéric Back. Il regista riprende il tema universale della guerra del fuoco. In questo breve film ispirato da una leggenda Algonquin, il fuoco viene tenuto nascosto al genere umano da Inon, il Dio del Tuono. La vicenda è ambientata in un’epoca ancestrale in cui esseri umani e animali comprendevano i reciproci linguaggi e vivevano in armonia con la natura. Continua a leggere

Annunci

Le fleuve aux grandes eaux (1993) Frédéric Back

Le fleuve aux grandes eaux

La storia del fiume San Lorenzo (chiamato Magtogoek dai nativi), dalla preistoria ad un futuro che si vorrebbe recuperasse il senso vitale del rispetto della natura.
“Più l’umanità diventa forte, più distrugge. Mi sono ribellato a questa attitudine devastatrice. Avete mai pensato al tempo, al lavoro, al miracolo che è necessario per creare una vita? E’ un capolavoro d’ingegnosità per la forma, la differenza, l’adattamento, l’evoluzione che persiste dopo milioni di anni. E noi, noi siamo in procinto di distruggere tutto ciò per amore del petrolio, amore della potenza, culto di prodotti chimici dei quali non conosciamo affatto i poteri distruttivi e che ci si ostina a fabbricare per denaro. Siamo cinque miliardi di esseri umani, cioè dieci miliardi di mani. Abbiamo bisogno di essere positivi verso la vita, il mondo: quanto basta per innescare un meccanismo che sollevi le masse di questi dieci miliardi di mani e la felicità che esse contengono”. (Frédéric Back) Continua a leggere

L’homme qui plantait des arbres (1988) Frédéric Back

La novella di Jean Giono trasportata sul grande schermo per mano di uno dei più grandi registi di cinema d’animazione contemporanei. Al centro della sua opera, ed è in questo che si distingue da molti altri animatori, Frédéric Back pone sempre la Natura e il rapporto che l’Uomo ha con Lei. In questo film, considerato il suo capolavoro e a cui ha lavorato per cinque anni, Back racconta una meravigliosa favola naturalistica attraverso colori e forme che delineano un universo ecologista e sognatore in cui lo spettatore viene invitato ad entrare. Continua a leggere