Archivi tag: Germania

Ende einer Kommune? (1970) Joachim von Mengershausen

Interessantissimo documentario girato nel 1969 su Rainer Werner Fassbinder e i primi anni del leggendario Antiteater di cui era membro e leader. E’ possibile vedere e ascoltare alcuni degli attori che lui avrebbe usato per i suoi film negli anni successivi. Il documentario mostra anche le prove del suo “Das Kaffeehaus” (La bottega del caffè), che diventò anche un film per la televisione, e delle sequenze del Festival del Cinema di Berlino 1969, dove fu presentato “Liebe ist kälter als der Tod” (L’amore è più freddo della morte). Come viene detto in questo documentario, il film d’esordio di Fassbinder fu accolto con freddezza da molti giornalisti e spettatori della rassegna. Continua a leggere

Annunci

Boykott (1930) Robert Land

A Berlino, nei primi anni ’30, alcuni studenti di una scuola d’élite sono ispirati da ideali conservatori, basati sulla morale e sull’onore. Quando l’imprenditore Haller, di umili origini, è in carcere per frode, suo figlio Erich viene boicottato dai compagni. Il più radicale di loro, l’aristocratico Herbert von Pahl, arriva a sostenere che non potrebbe reggere un tale disonore e pertanto si suiciderebbe. Quando si scopre che anche il padre di Herbert è coinvolto nella frode, il giovane tiene fede alle sue parole. Erich, sconvolto, medita a sua volta il suicidio, ma il suo insegnante riuscirà ad impedirglielo… Continua a leggere

Die pest in Florenz (1919) Otto Rippert

Siamo nel Medioevo e la peste infuria ovunque provocando morte e sofferenza. Un nobile si rinchiude in castello con i suoi ospiti e per stare allegro organizza una grande festa da ballo in maschera. Tra gli invitati però vi è una oscura presenza…
La sceneggiatura è di Fritz Lang e già in questo film sono presenti i temi che ricorreranno in suoi diversi film, la pena, il perdono e la morte. Continua a leggere

Polizeifilm (1969) Wim Wenders

Il cortometraggio mostra due giovani poliziotti ai quali un commentatore fuori campo suggerisce nuovi metodi di repressione delle proteste. A queste immagini si intercalano documenti di repertorio di scontri tra studenti e forze dell’ordine. Infine, vengono messe in scena una parodia della polizia attraverso immagini tratte dai fumetti e un’intervista ai due poliziotti ripresi con il volto coperto da una calza, quasi fossero dei delinquenti. (da torinofilmfest.org) Continua a leggere

Das Schiff der verlorenen Menschen (1929) Maurice Tourneur

Ethel Marley è un’americana coraggiosa, una delle poche donne che osavano a quel tempo usare l’aereo per attraversare gli oceani. Tuttavia, in una delle sue audaci imprese l’aereo va in avaria e si schianta in mare. Ma Ethel ha un colpo di fortuna: nei pressi si trova una nave. Così il giovane e attraente americano William Cheyne, che è a bordo contro la propria volontà, e il cuoco Grischa scoprono di notte il relitto in mare e recuperano Ethel. Ma dopo questo salvataggio per Ethel iniziano i guai, perché quella è una nave di trafficanti… Continua a leggere

Céleste (1980) Percy Adlon

Il regista tedesco Percy Adlon nel film racconta gli ultimi mesi di vita di Proust attraverso la presenza di Celeste, a cui lo scrittore raccontava le vicende del suo mondo, dettava i testi delle sue opere e chiedeva aiuto nei momenti di sconforto. Questa donna “di una semplicità contadina”, come ha detto sua figlia, “di una infinita tenerezza”, aveva votato tutta la sua esistenza a quella di Proust. Continua a leggere

Von morgens bis mitternachts (1920) Karlheinz Martin

Primo atto. In una banca una donna si presenta per ritirare una grossa somma di denaro, che però le viene negata dal direttore, convinto ch’ella sia un’avventrice. Non c’è, in realtà, nessuna cattiva intenzione: i soldi servono al figlio della donna per comprare un quadro. Inutilmente lei tenta di ottenere del contante, e nel corso della conversazione col direttore e col cassiere dell’istituto arriva persino ad offrire i propri gioielli come pegno. Tornata in albergo dal figlio, trova il cassiere che, innamoratosi di lei, ha rubato i soldi che la donna richiedeva: conscia dell’illegalità dell’accaduto, rifiuta il denaro e l’uomo, che ormai è ricercato per sottrazione di denaro… (Da Wikipedia) Continua a leggere

Das Cabinet des Dr. Caligari (1920) Robert Wiene

Nella cittadina tedesca di Holstenwall intorno al 1830 il dottor Caligari esibisce in un baraccone da fiera il sonnambulo Cesare, inconsapevole esecutore dei suoi delitti. Lo studente Franz scopre che Caligari è il direttore di un manicomio e lo smaschera. In una sequenza finale, ambientata nel manicomio, si viene a sapere che Franz è pazzo e che tutto il racconto è frutto di una sua ossessione. Continua a leggere

Der Student von Prag (1913) Stellan Rye

Balduin, uno studente povero in canna, è innamorato della contessa Margit. Diventa ricco quando un mago gli offre centomila fiorni in cambio del diritto di prendere dalla sua camera ciò che desidera. Balduin accetta e il mago si impossessa della sua immagine allo specchio, che diventa il suo sosia e persecutore. Il primo esempio importante del cinema tedesco, dalle atmosfere cupe e soffocanti, dove vicende e deliri preannunciano già la stagione espressionista. E’ dominante un senso d’angoscia e d’impotenza, ben raffigurato dalla fotografia di Guido Seeber. (da filmtv.it) Continua a leggere

Unter der Laterne (1928) Gerhard Lamprecht

La giovane Else va a ballare col suo amico Hans, contro il volere del padre. Quando il vecchio despota se ne accorge, chiude la figlia fuori di casa. Else si rifugia da Hans, che è disoccupato, e dal suo amico Max, venditore ambulante. Il trio debutta nel varietà con un numero comico in costume equestre e ha molto successo. Hans parla già di matrimonio, ma Else non è ancora maggiorenne. Quando il padre la manda a prendere dalla polizia, lei si dà alla fuga. Spinta dal bisogno accetta l’invito di un losco agente di varietà. Ma quando Hans la scopre lì, trae le conclusioni sbagliate… Continua a leggere