Archivi tag: Israele

Là-bas (2006) Chantal Akerman

Là-bas

Realizzato per caso a costo quasi zero, ”Là-bas” è ambientato a Tel Aviv: pochi dialoghi, macchina da presa fissa a inquadrare ciò che si vede dalla finestra di un appartamento e una voce fuori campo, quella della stessa Akerman, ad esprimere pensieri, impressioni e riflessioni su un paese (Isarele) nel quale ”compiere anche il più banale dei gesti quotidiani diventa un’impresa eroica”. (da Ticinonline)
”Non ho mai desiderato realizzare un film in Israele. E’ stato il mio produttore Xavier Carniaux a suggerirmi di farlo. All’inizio gli ho detto che era un’idea pessima e mi sono rifiutata. Avevo il timore che la mia soggettività potesse condizionare il mio lavoro e soprattutto che potesse prendere il sopravvento”. (Chantal Akerman) Continua a leggere

Annunci

The syrian bride (2004) Eran Riklis

The syrian bride

Le alture del Golan sono state occupate da Israele a partire dal 1967 e da allora sono territori oggetto di contestazione da parte della Siria. In molti villaggi vive una popolazione a maggioranza drusa, considerata dalle carte d’identità israeliane di nazionalità “indefinita”.
Dalla conoscenza dei numerosi episodi bizzarri e drammatici occorsi negli anni in questa confusa situazione politica è nato “La sposa siriana”, un film politico, arguto e velato da un’amara ironia. Si tratta della storia di Mona, di famiglia drusa, che va in sposa ad un famoso attore televisivo siriano, pur sapendo che una volta oltrepassato il confine con la Siria non potrà mai più fare ritorno alla propria famiglia. L’incontro fra i promessi sposi (e le rispettive famiglie) è al confine Golan-Siria, ma il diabolico connubio politica-burocrazia crea un inestricabile e kafkiano garbuglio. Continua a leggere

Shlosha Yamim Veyeled (1967) Uri Zohar

Shlosha Yamim Veyeled

Eli è un giovane insegnante di matematica e vive a Gerusalemme con la sua ragazza. Un giorno riceve una telefonata da una coppia di amici che gli chiedono un grosso favore: accudire il figlio piccolo per tre giorni, affinché possano studiare per gli esami di ammissione all’università. Eli acconsente, ben consapevole del dolore che proverà vedendo il figlio della prima ragazza che ha amato, il cui abbandono lo aveva indotto a trasferirsi nella capitale.
Presentato in concorso a Cannes 1967, il film valse a Oded Kotler (Eli) la Palma d’Oro per la miglior interpretazione maschile.

Continua a leggere

Ha-Shoter Azulai (1971) Ephraim Kishon

Ha-Shoter Azulai

Abraham Azulai è un poliziotto israeliano un po’ maldestro ma dall’animo buono. I suoi superiori, approfittando della prossima scadenza del suo contratto di lavoro, dopo vent’anni di servizio, vorrebbero mandarlo in pensione. L’uomo però, che ha la moglie malata ed è innamorato della propria professione, vorrebbe continuare a lavorare. Un giorno, per via di un malinteso, Abraham fa amicizia con Amar, un malavitoso del luogo dal buon cuore: costui escogiterà un sistema per dare al poliziotto una possibilità di restare in servizio.
Golden Globe 1972 per il miglior film straniero. Nomination all’Oscar 1972 per la medesima categoria.
Continua a leggere

Matzor (1969) Gilberto Tofano

Matzor

Tamar, una giovane vedova della Guerra dei Sei Giorni, vive in un villaggio circondata da ufficiali dell’esercito che hanno combattuto con suo marito e che lo considerano un eroe. Essi si sentono responsabili di Tamar che tenta di uscire dal ruolo di vedova nel quale la società l’ha confinata. Sullo sfondo della “Guerra di logoramento” che seguì la guerra del 1967, la storia personale di Tamar s’intreccia con documenti d’archivio. Unico film israeliano del regista di teatro italiano Gilberto Tofano, figlio di Sergio e Rosetta Tofano, Matzor è stato candidato alla Palma d’oro del Festival di Cannes. (da mosaico-cem.it)
Continua a leggere

Ha-Mangalistim (2003) Yossi Madmoni, David Ofek

Ha-Mangalistim

I membri di una famiglia di ebrei iracheni si riuniscono per il tradizionale picnic del Giorno dell’Indipendenza, durante il quale emergono a poco a poco le loro storie personali, le loro debolezze e i loro problemi. Le storie individuali si intrecciano in modo imprevedibile tra passato e presente riuscendo a dare ampi squarci sulla storia di Israele. Continua a leggere