Archivi tag: Jean Rouch

Chronique d’un été (1961) Jean Rouch, Edgar Morin

Chronique d’un été è una pietra miliare nella storia del cinema. Jean Rouch ed Edgar Morin sono stati tra i primi cineasti a utilizzare l’audio sync equipaggiato a una 16mm. Quest’opera sancisce la definitiva affermazione del “cinéma vérité”, la sua metodologia e la nascita di un acceso dibattito teorico. “Comment vis-tu?”, la domanda di partenza posta a frammenti generazionali del 1960, in attesa della fine della guerra in Algeria. L’inchiesta coinvolge anche Marceline Loridan (che sposerà Joris Ivens e ne assumerà il cognome), ex deportata e futura documentarista. Alla fine i registi si ritroveranno a vedere e commentare il loro film, mentre la guerra, forse, finirà l’anno seguente. (da cinemambiente.it) Continua a leggere

Annunci

Moi, un noir (1958) Jean Rouch

Moi, un noir

Tre giovani neri – soprannominati Edward G. Robinson, Lemmy Caution e Tarzan – lasciano il loro paese sulle rive del Niger per cercare lavoro nella metropoli di Abidjan (Costa d’Avorio). Vivacchiano nel quartiere povero di Treichville con lavori precari tra un bagno in laguna, una sbornia domenicale, i contatti con una prostituta. Continua a leggere

La pyramide humaine (1961) Jean Rouch

La pyramide humaine

La prima classe al Liceo di Abidjan. Due file di banchi. Da una parte gli africani; dall’altra gli europei. Non c’è molto razzismo ad Abidjan. Soltanto ignoranza. Usciti dalla classe i due gruppi continuano la loro vita, una vita separata. Per i Bianchi c’è la “banda”. Vanno in piscina, si ritrovano al caffè, come i liceali e gli studenti di tutto il mondo. I Neri, invece, vivono a Treichville, nel luogo della loro infanzia.
Nadine è appena arrivata da Parigi. Non riesce a capire quest’ignoranza. Ne parla alla “banda”. JeanClaude e Alain sono d’accordo con lei. Perché non mescolarsi con i compagni Neri? (R. Bellour, “Cinéma”, n. 57, 1961) Continua a leggere

Les veuves de 15 ans (1965) Jean Rouch

Les veuves de 15 ans

Nel 1964 uscì nelle sale cinematografiche “Le adolescenti”, un film composto da quattro episodi ciascuno dei quali descriveva, in stile nouvelle-vague, le adolescenti di altrettanti paesi: Giappone, Canada, Francia e Italia.
L’episodio francese, diretto da Jean Rouch, si intitola “Les veuves de 15 ans” (anche noto come “Marie-France et Véronique”) e ci mostra la vita quotidiana di due ragazze parigine alle prese coi primi turbamenti amorosi. Continua a leggere