Archivi tag: Yugoslavia

I miss Sonia Henie (1971) Registi vari

I miss Sonia Henie

Un’unica cinepresa riprende, sempre dalla stessa posizione, un’unica mansarda arredata e otto giovani registi. Un unico mosaico dadaistico di sette storielle, legate tra di loro solo dalle stesse condizioni creative: ogni episodio deve durare tre minuti, deve svolgersi nella stessa stanza d’albergo e deve includere la frase “I miss Sonja Henie” (“Mi manca Sonja Henie”). Una pellicola sperimentale molto particolare, nata in una sola notte durante il festival cinematografico FEST di Belgrado del 1971. Continua a leggere

Dani (1963) Aleksandar Petrovic

Dani

La giornata di una donna sposata che non è riuscita a trovare un proprio ruolo nella vita. Incorre in una serie di situazioni che l’aiutano a scoprire se stessa, il senso della sua esistenza, il suo destino. La sua vita non è altro che lo specchio della sua profonda solitudine. Incontra un giovane, il cui padre sta per morire, e trascorre assieme a questi il pomeriggio, cercando di dare un nuovo senso e nuove forme a un’immagine sbiadita della vita.
Continua a leggere

Ljubavni slucaj ili tragedija sluzbenice P.T.T. (1967) Dusan Makavejev

Ljubavni slucaj

Tragicomica relazione tra una centralinista e un addetto alla derattizzazione. Comincia in modi idillici e poi si guasta. 2° film del serbo Dusan Makavejev, forse il migliore dei film realizzati in Yugoslavia prima dell’esilio in Francia all’inizio degli anni ’70. Contrassegnato da sconnessioni temporali (continui flashforward), dal ricorso a materiali estranei alla fiction (frammenti di cinegiornali, conferenze sul sesso nell’arte, una poesia sui topi) e da uno straniamento narrativo alla Brecht, ha il suo tema centrale nel conflitto tra libertà individuale e oppressione delle istituzioni pubbliche nell’ambito di una società socialista. Provocatorio in modo creativo, interessante, discontinuo. (dal Morandini) Continua a leggere